LINGUE DI CONFINE '22 - Secondo appuntamento

Continua la rassegna "Lingue di confine" ’22 dal titolo ‘Donne in dialetto. Lingua madre e poete di Romagna’ dedicata quest’anno alla ricca produzione poetica femminile in dialetto del territorio riminese e non solo.

Santarcangelo ieri: Giuliana Rocchi. Conversazione di Rita Giannini e Annalisa Teodorani con Attilia "Tilla" Pagliarani,
 giovedì 24 novembre alle ore 17 al Museo della Città di Rimini.

 

Giuliana Rocchi, voce autentica e forte, è stata spigolatrice, operaia all’Arrigoni di Cesena, al Lanificio di Rimini, alla Corderia di Santarcangelo, fondamentalmente autodidatta, ha sempre rifiutato l’appellativo di ‘poetessa’. Nel 1980 vede la luce la sua prima opera poetica dal titolo “La vóita d’una dòna”.

 

La rassegna a cura di Fabio Bruschi, a ingresso libero, è promossa dai Musei comunali di Rimini con il patrocinio e il sostegno della Regione Emilia-Romagna. Ingresso libero, accoglienza dalle ore 16.30 e inizio conferenze alle ore 17.

Prossimi appuntamenti:

giovedì 1 dicembre

Dialetto e Genius Loci

Francesco Gabellini introduce Lidiana Fabbri

Gualtiero Gori introduce Marcella Gasperoni

 

giovedì 15 dicembre

Nuove voci dal cuore della Romagna

Giuseppe Bellosidialoga con Agnese Fabbri

Annalisa Teodorani presenta la poesia di Laura Turci

 

 

Ingresso libero

Accoglienza dalle ore 16.30, inizio incontro ore 17

Allegati
Donne in dialetto -fronte .jpg